Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Servizi on line per ridurre le code
di Annalisa Giunta

Forum con Vincenzo Cassaro, direttore dell’Agenzia del Territorio di Caltanissetta

Tags: Vincenzo Cassaro



Come è l’impatto con il territorio?
“L’impatto con il territorio è positivo perché ho avuto un buon riscontro con le amministrazioni che interagiscono con il nostro ufficio. Abbiamo infatti avuto diversi incontri e riunioni per verificare la situazione territoriale. Inoltre nel rapporto con il personale, al contrario di quanto si possa pensare, ho trovato persone molto disposte e volenterose a lavorare”.

Di quanti dipendenti disponete?
“In tutto disponiamo di 59 dipendenti. Ho riscontrato un ufficio con tantissime problematiche legate alla struttura e all’articolazione degli spazi. Siamo in un immobile demaniale che è condiviso tra più amministrazioni però forse l’Agenzia del Territorio è stata la più penalizzata dal punto di vista dell’allocazione degli spazi. Abbiamo un front office e un back office che sono addirittura differenti almeno su 5 livelli. Abbiamo dunque un sistema logistico che presenta molte dispersioni e questo naturalmente crea un impatto negativo anche nei confronti dell’utente. Abbiamo dovuto approntare un piano triennale per gli interventi che riguardano il miglioramento della logistica e della sicurezza per un investimento di circa 1.400.000 euro per il triennio dal 2010 al 2012. Tuttavia devo dire che ho trovato un personale dotato di molta professionalità. Ci sono condizioni ottimali per poter mettere in pratica quelli che sono i miei obiettivi”.

Quali sono i servizi che offrite?
“Ci siamo spinti nel corso degli anni sempre di più verso un’informatizzazione che prevede oggi l’utilizzo del canale telematico per l’accesso alle banche dati, non solo per la consultazione ma anche per l’aggiornamento della stessa. Il professionista che abitualmente frequenta i nostri locali è in condizioni di potere svolgere l’attività professionale che riguarda il catasto direttamente dal suo studio attraverso il sistema informativo che si chiama Sister - Sistema di Interscambio del Territorio. Un sistema che oltre al servizio di aggiornamento e consultazione della banca dati, offre la possibilità di effettuare le visure e tutti gli altri servizi on line. In più attraverso la posta elettronica certificata ci stiamo organizzando in modo tale da permettere anche per quelle attività che non sono comprese nel pacchetto informativo e di fare in modo che l’utente professionale possa richiederle anche attraverso la posta certificata e la firma digitale. Il nostro obiettivo è dunque quello di portare i servizi all’esterno senza intasare gli sportelli come invece avveniva in passato, lasciando a questi ultimi un’attività per lo più consulenziale”.

Quali sono gli obiettivi che dovete raggiungere?
“Come Agenzia del Territorio abbiamo una convenzione annuale con il Mef, quindi in relazione alle esigenze che provengono dal Governo si creano gli obiettivi. Questo sistema viene gestito attraverso un sistema di  pianificazione e controllo del territorio molto evoluto che prevede che gli obiettivi vengano calati alle strutture periferiche ma anche monitoriate con cadenza mensile”.

Come siete rispetto agli obiettivi programmati?
“L’Agenzia di Caltanissetta è abbastanza in linea con gli obiettivi prefissati ed entro fine dicembre saranno pienamente raggiunti”.

Avete dei carichi di lavoro arretrati?
“L’arretrato che per antonomasia è attribuito al catasto per noi non esiste più. L’arretrato che noi abbiamo è dato dall’afflusso che deriva dalle utenze professionali e dall’utente normale che riusciamo a smaltire nel giro di qualche giorno. Tra l’altro noi siamo dotati di un sistema di carta della qualità che prevede, nonostante ci siano dei termini fissati per legge per poter adempiere a determinate richieste, tempi più stringenti. Noi abbiamo delle tempistiche, infatti, da rispettare che fanno anch’esse parte degli obiettivi che ci vengono dati”.

Come intervenite sulle irregolarità catastali?
“L’Agenzia sulle case non dichiarate svolge la funzione di controllo che riguarda l’individuazione di quegli immobili che oggi risultano non dichiarati. Da questo punto di vista la situazione è in grande evoluzione, c’è stata un’attività che si chiama alta valenza fiscale dell’Agenzia che l’ufficio segue e che produce i suoi risultati”.
 

 
Uffici collegati da un sistema informatico. Avvicinare l’utenza per recuperare efficienza
 
Abbiamo detto che siete abbastanza informatizzati, ma disponete anche di un collegamento in rete?
“L’Agenzia del Territorio è dotata di un sistema informativo che consente di comunicare tra i diversi uffici presenti nella sede e con la direzione centrale poiché condividiamo una banca dati. Un buon sistema informativo che ci consente di scambiarci tutte le informazioni a nostra disposizione anche via e-mail e via intranet. Disponiamo anche di un sito internet rivolto sia ai cittadini che agli utenti”.

Prima ci aveva accennato che state curando molto l’aspetto della consulenza, può dirci meglio?
“Attraverso l’adozione delle tecnologie informatiche, nel momento in cui offriamo i nostri servizi all’utente senza che si sia un contatto diretto con l’utente stesso, si risparmia il tempo che fin oggi abbiamo utilizzato per relazionarci con lo stesso. Questo risparmio che si chiama recupero di efficienza consente di individuare le risorse affinchè possano essere impiegate per risolvere problematiche in un rapporto uno a uno. Il nostro orientamento è anche quello di realizzare degli ambienti con postazioni singole per i cittadini che abbiano bisogno di consulenze specifiche per i loro problemi. Inoltre sempre grazie al nostro sito internet è possibile prenotare telematicamente un appuntamento con i nostri uffici. E' tra l’altro consentito disdire una prenotazione entro le ore 14 del giorno feriale che precede la data dell'appuntamento”.
 

 
Curriculum
 
Vincenzo Cassaro, nato a Palermo il 26 luglio del 1971, si  laurea in Ingegneria informatica all’Università di Palermo, con il massimo dei voti. Nel 1999 viene assunto dal ministero delle Finanze presso l’ex Ufficio tecnico erariale di Palermo. Prima di ricevere nel 2010 l’incarico di direttore dell’Agenzia del Territorio di Caltanissetta, è stato docente di materie catastali all’Istituto per Geometri “F. Parlatore” di Palermo e d’informatica alla Scuola tributaria “E. Vanoni”. E’ relatore di seminari nei corsi di Estimo rurale ed Estimo forestale ed ambientale della facoltà di Scienze e tecnologie agrarie e Scienze forestali ed ambientali, presso l’Università di Palermo.

Articolo pubblicato il 22 dicembre 2010 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Vincenzo Cassaro, direttore dellÂ’Agenzia del Territorio di Caltanissetta
Vincenzo Cassaro, direttore dellÂ’Agenzia del Territorio di Caltanissetta