Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia
Siracusa - Differenziata inchiodata al 4,4% i dati peggiorano di anno in anno
di Giuseppe Solarino

Le cifre impietose pubblicate dallo stesso Comune, che fa meno del già disastroso 5,3% del 2009. La fotografia del 2010 è deprimente: raccolta della carta praticamente scomparsa

Tags: Siracusa, Rifiuti, Raccolta Differenziata



SIRACUSA - La raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella città di Siracusa nel 2010 è andata peggio dell’anno precedente. è quanto emerge dai dati pubblicati sul sito del Comune di Siracusa. Infatti la differenziata nel capoluogo aretuseo nel 2010 si attesta ad un esiguo 4,43%, con un punto percentuale in meno del 5,30% realizzato nell’anno 2009.

 Questo pessimo dato potrebbe essere dovuto, tra l’altro, alla chiusura prolungata del Centro comunale di raccolta (Ccr) di contrada Arenaura, ma non vi è dubbio che è necessario trovare alternative per incrementare tali valori. Per quanto riguarda i dati mensili a gennaio si è toccato il 2,96%, a febbraio si è toccato il dato peggiore degli ultimi 4 anni con il 2,27%, poi si è risaliti sopra i tre punti percentuali a marzo con il 3,79%, aprile con il 4,59%, maggio 3,64%, giugno 4,16%, luglio 5,01%, agosto 3,19%, settembre 5,97%, ottobre 5,56%, novembre 5,39% mentre a dicembre si è raggiunto il miglior risultato dell’anno con il 6,35%. Per quanto riguarda la differenziazione dei singoli materiali si può constatare che è aumentata, rispetto all'anno precedente anche se di poco, la raccolta degli imballaggi di cartone portandosi ad un totale di 358 tonnellate, la plastica di 193 tonnellate ed il vetro di 236 tonnellate. Invece diminuisce quella del legno e degli imballaggi in legno che scende a 294 tonnellate contro le 476 del 2009.

Scompare, praticamente, la raccolta della carta e dei materiali inerti quali i materiale di risulta e gli scarti delle lavorazioni nell'edilizia: da poco più di 395 tonnellate di carta del 2009, si è passati nel 2010 a una raccolta di appena 330 kg, mentre le 165 tonnellate di inerti recuperati si sono ridotte a 35. Anche per quest’anno sarà necessario aspettare il nuovo bando per l’appalto del servizio di nettezza urbana e l’avvio della raccolta porta a porta, anche se già si profila l’ipotesi di una nuova proroga. Infatti, la nettezza urbana è affidata dal 2003 all’Igm ed è in proroga dal 2009 con 5 provvedimenti di posticipo della scadenza del servizio. Questo marzo scadrà anche l'ultima proroga concessa lo scorso giugno per nove mesi e il Comune dovrebbe appaltare la nuova gara. La situazione è ulteriormente complicata dalla messa in liquidazione dell’Ato (Ambito territoriale ottimale) Ambiente. Anche per questo fatto probabilmente l’Amministrazione comunale aretusea chiederà un’ultima proroga.

Articolo pubblicato il 01 febbraio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus


´╗┐