Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Agenzia entrate: alto gradimento della comunicazione via web
di Lucia Russo

Civis: per tutti i contribuenti assistenza sulle comunicazioni di irregolarità tramite Fisconline. Stipulate convenzioni con ordini professionali e associazioni di tributaristi

Tags: Agenzia Delle Entrate, Civis



PALERMO - A cittadini e imprese siciliane piacciono i servizi on line. Lo testimoniano i dati su Civis, il canale di comunicazione via web dell’Agenzia delle Entrate a disposizione dei professionisti e dei contribuenti alle prese con comunicazioni di irregolarità e avvisi telematici emessi in seguito al controllo automatizzato delle dichiarazioni fiscali.

L’attivazione di Civis su tutto il territorio nazionale risale al 14 gennaio 2011 e ha fatto seguito a una fase di sperimentazione del servizio avviata ad ottobre 2009 in alcune regioni italiane, ovvero Molise, Valle D’Aosta, Puglia, Emilia-Romagna, Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Toscana Umbria e Marche.

Sono state oltre 13mila le richieste di assistenza trattate nel corso del 2010 dagli uffici della Direzione Regionale della Sicilia, con una percentuale di risposte immediate da parte dell’Agenzia delle Entrate che supera l’80%.
Il dettaglio provinciale vede al primo posto Catania, dove, dal 14 gennaio 2010, data di attivazione di Civis ad oggi, 2.738 contribuenti hanno richiesto assistenza sulle comunicazioni di irregolarità on line. Tiene testa Palermo con 2172 richieste, seguono Messina (1.945), Agrigento (1.302), Trapani (1.214), Enna (1.128), Ragusa (1.064). Chiudono Siracusa e Caltanissetta rispettivamente con 795 e 749 richieste ciascuna.

Il trend di utilizzo della procedura è in netta crescita a seguito della stipula delle convenzioni con ordini professionali ed associazioni di tributaristi. Civis permette di raggiungere importanti vantaggi su diversi fronti. Innanzitutto, gli intermediari possono ricevere le informazioni di cui hanno bisogno  in tempi rapidi e senza doversi recare allo sportello. Un vantaggio indiretto ma importante c’è anche per i contribuenti che non si avvalgono degli intermediari e che, recandosi presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate sul territorio, godranno di tempi di attesa ridotti.

La nuova piattaforma di comunicazione tra Fisco e utenti, infatti, era inizialmente riservata agli intermediari Entratel  ma poi è stata estesa a tutti i contribuenti che possono richiedere assistenza sulle comunicazioni di irregolarità tramite Fisconline.
 


Cinque passaggi per l’assistenza al professionista e non
 
La procedura di richiesta e ricezione di chiarimenti da parte di un professionista, o di un qualsiasi contribuente, attraverso Civis è articolata in 5 step.
Richiesta di erogazione del servizio - il professionista compila una form su Entratel.
Ricezione della richiesta - il sistema distribuisce la richiesta ad un ufficio disponibile e la rende visualizzabile tramite l’applicazione Profilo Utente al gestore dell’ufficio.
Smistamento della richiesta - il gestore dell’ufficio accede alla funzionalità Civis, disponibile sull’applicazione Profilo Utente, e assegna la richiesta ad un operatore dell’ufficio stesso.

Presa in carico della richiesta - l’operatore dell’ufficio accede alla funzionalità Civis (Profilo Utente), prende in carico la richiesta e ne effettua la lavorazione utilizzando le specifiche applicazioni. In caso di necessità, l’operatore dell’Ufficio utilizza i riferimenti riportati nella e-mail per contattare l’intermediario e chiedere eventuali chiarimenti; la corrispondenza successiva, eventualmente necessaria alla trattazione della pratica, avviene tramite apposita casella funzionale dell’Ufficio.
Lavorazione e Chiusura della richiesta - l’operatore dell’ufficio conclusa la lavorazione, registra l’esito sulla funzionalità Civis (Profilo Utente) dandone comunicazione al professionista (via mail o via fax).

Articolo pubblicato il 09 febbraio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus
Assistenza via web: oltre 13 mila le richieste in Sicilia
Assistenza via web: oltre 13 mila le richieste in Sicilia


´╗┐