Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Regione: da Mpa e Pd voglia di Giunta quinquies
di Raffaella Pessina

Gennuso (Mpa): “Basta governo tecnico, ridare mandato alla politica”. Cracolici (Pd) per un nuovo regolamento parlamentare

Tags: Ars, Giuseppe Gennuso, Antonello Cracolici



PALERMO - Arriva in Aula il Ddl sulla formazione professionale approvato oggi dalla commissione Bilancio dell’Ars. Lo ha deciso la Conferenza dei capigruppo a cui ha preso parte anche il presidente della Regione Raffaele Lombardo.
Nella seduta di ieri l’Ars ha iniziato la trattazione del disegno di legge, rinviando l’esame dell’articolato a martedì 17 maggio.
 
Mentre proseguono i lavori dell’Assemblea regionale siciliana per approvare i disegni di legge che fanno parte del programma di riforme predisposto dal governatore Lombardo e da attuare in questa legislatura, si registra una voce fuori dal coro nel partito dell’Mpa: Giuseppe Gennuso ha dichiarato che è arrivato il momento “di dire basta al governo tecnico della Regione e di ridare mandato alla politica di governare la Sicilia ed i siciliani”. “Gli assessori tecnici - afferma Gennuso - non conoscono il rapporto che un parlamentare ha con il proprio territorio e spesso rispondono alle esigenze dei siciliani con superficialità. Era stato fissato un appuntamento con l’assessore Russo per discutere alcune problematiche sulla sanità in provincia di Siracusa, ma ha disertato l’incontro affermando di avere altri impegni. Questo - aggiunge Gennuso - è solo uno dei tanti esempi che mi portano ad invocare che la politica si occupi del governo della Regione.
Oggi questi assessori tecnici non rappresentano nessuno, se non se stessi. La maggioranza ha i numeri per poter governare e la Sicilia non può ancora perdere del tempo”. 

Anche il Pd esprime le proprie perplessità, ma sui percorsi e sui tempi di approvazione delle leggi attraverso il capogruppo Antonello Cracolici: “I tempi della politica sono completamente sconnessi dai tempi dell’economia - ha detto Cracolici - è urgente che la politica accordi la filiera dei suoi tempi alle esigenze dei fattori economici, dando vita ad un regolamento parlamentare che fissi una tempistica certa, il tempo in cui si discute un disegno di legge, e il tempo in cui si vota. Al momento tutto questo si affronta un pò per caso, osservando un regolamento parlamentare anteriore all’elezione diretta del presidente della Regione”.

La necessità di cambiamenti ai vertici degli assessorati viene avvertita da più fronti, sia perché il Pd chiede un riconoscimento concreto per l’appoggio a Lombardo, sia perché si comincia ad avvicinare la campagna elettorale per le regionali, che, come è noto, richiede tempi piuttosto lunghi.  

Intanto martedì scorso a Palazzo dei Normanni ha prestato giuramento ed è stato immesso nelle funzioni di deputato regionale supplente Salvino Pantuso di Monreale, il quale è subentrato a Gaspare Vitrano del Pd sospeso dalla carica di deputato regionale con decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 3 maggio 2011 per questioni giudiziarie.

Successivamente è stato approvato un ordine del giorno che autorizza il presidente della Regione a promulgare, senza le parti impugnate dal Commissario dello Stato, la legge sul bilancio di previsione della Regione siciliana per l’anno finanziario 2011 e sul bilancio pluriennale per il triennio 2011-2013. La conferenza dei capigruppo ha inoltre stabilito la presentazione degli emendamenti entro oggi alle 12 al disegno di legge sulla formazione professionale.

La Conferenza dei capigruppo si riunirà la prossima settimana per stabilire il programma dei lavori parlamentari, per dare o meno priorità a disegni di legge considerati particolarmente urgenti. Un delle prossime leggi da approvare dovrebbe essere quella sugli appalti e quella sulle Aree di consorzio industriale. Infine, con un’interrogazione, Marco Falcone (Pdl) chiede di ripristinare le provvidenze per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

Articolo pubblicato il 12 maggio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus