Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Musei siciliani sotto la polvere
di Dario Raffaele

Beni culturali. Sicilia-Catalogna due sistemi a confronto.
Gap abissale. I visitatori dei 10 musei top della Sicilia, tutti insieme, non sono stati neanche la metà di quelli del museo più visitato della Catalogna: il Picasso di Barcellona.
Le conferme. Il Teatro greco di Taormina, Neapolis di Siracusa e Valle dei templi di Agrigento (i tre siti più visitati) hanno raccolto poco meno di un milione e mezzo di visitatori nel 2010.

Tags: Beni Culturali, Sicilia, Catalogna, Turismo



Musei siciliani e turisti: si conferma uno scarso appeal. Anche per il 2010 i dati parlano chiaro: i 25 musei regionali, pari a poco meno della metà delle mete culturali gestite dall’assessorato regionale BB.CC.), hanno “raccolto” solo 430.844 visitatori, meno del 13 per cento delle presenze complessive di tutta l’Isola. In Sicilia si continuano a visitare solo otto siti (di cui 6 coincidenti con aree archeologiche), che raccolgono il 75 per cento del totale delle presenze. Non sono serviti interventi di restauro e ammodernamento o il biglietto a un euro per i residenti. Eppure la fame di cultura c’è, e si vede quando vengono prese sparute iniziative, come nel caso della Notte dei musei, che riescono a richiamare migliaia di visitatori in tutti i siti culturali dell’Isola. (continua)

Articolo pubblicato il 26 maggio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus