Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Biomasse, buttati 180 milioni di euro l’anno
di Rosario Battiato

Ambiente. La rinnovabile dimenticata.
Fonte di energia. Nonostante il Pears, la produzione di energia da biomassa incide pochissimo nel bilancio energetico isolano, mentre sarebbe una risorsa essenziale per gli obiettivi Ue.
Biocarburanti. La normativa europea prevede una quota del 10 per cento di fonti rinnovabili da impiegare nel settore dei trasporti rispetto al consumo totale del settore.

Tags: Biocarburanti, Energia, Biomassa



PALERMO – La Sicilia nasconde un patrimonio tra i propri rifiuti. Si tratta delle biomasse, cioè gli scarti dalle lavorazioni in agricoltura, che possono essere utilizzate come fonte di produzione di energia rinnovabile, oppure come materiale da vendere ad aziende estere che sarebbero disposte a pagarle fino a 90 euro alla tonnellata.
L’Isola, in realtà, non agisce in nessuno dei due ambiti, e questo patrimonio di circa 2 milioni di tonnellate, pari a circa 180 milioni di euro, resta letteralmente ammassato tra la “monnezza” dell’Isola. La Sicilia, infatti, sfrutta soltanto il 22% della propria produzione di biomasse.
Intorno all’anno zero anche la produzione dei biocarburanti che potrebbe costituire invece fattore importante in rapporto alle richieste imposte alle normative dell’Ue. (continua)

Articolo pubblicato il 07 luglio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus