Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Estate e furti in appartamento, alcuni stratagemmi per evitarli
di Francesca Pecorino

Evitare di reclamizzare la vacanza soprattutto sui social network

Tags: Vacanze, Furti, Social Network



CATANIA - Siamo in pieno periodo di ferie, tutti presi dai mille preparativi necessari per trascorrere le nostre vacanze nei vari luoghi di villeggiatura. Spesso, però, dimentichiamo che bisogna premunirsi e pensare anche al peggio.
Infatti, questo è il periodo privilegiato dai “topi di appartamento” per intrufolarsi nelle nostre case ed operare i tanti furti di cui si sente parlare.

Pensiamo allora a cosa fare e come prevenire questi spiacevoli eventi che, al di là del risvolto economico, presentano anche un lato meramente affettivo correlato al valore non patrimoniale che determinati oggetti rivestono per ciascuno di noi.
Per prima cosa, non reclamizzate troppo la vostra prossima vacanza, parlatene poco o solo con persone fidate ed evitate di aggiornare in proposito il vostro profilo sui più noti social network. Sempre in quest’ambito, abbiate cura di non specificare la durata precisa del vostro viaggio nel messaggio registrato sulla vostra segreteria telefonica.
Se avete parenti che non si allontaneranno dalla città o con i quali vi potete alternare, lasciate le chiavi di casa e chiedete loro che, di tanto in tanto, vi controllino casa.

Se abitate al piano terra o al primo piano, munitevi di apposite inferriate per gli infissi esterni, primo punto di accesso per i malintenzionati.
In tutti gli altri casi, le regole sono ben note: dotatevi di un impianto d’allarme ben funzionante collegato con la Pubblica sicurezza e di porte blindate di ultima fattura che possano quantomeno scoraggiare coloro che intendono forzare le relative fermature.

Abbiate sempre cura di incaricare qualcuno del ritiro della vostra corrispondenza. Una buca piena di posta non potrà che essere vista come un chiaro segnale della vostra assenza.
Particolare da tenere presente è il deposito degli oggetti preziosi. Privilegiate il deposito in banca o, in mancanza, quello presso una cassaforte posta nell’appartamento da personale fidato ed esperto del settore.

Ed ancora, un’ulteriore tutela può essere rappresentata dalla stipula di un contratto di assicurazione per l’ipotesi di furto in appartamento. In questo caso, fotografate bene i vostri beni di un certo valore e conservate le foto in un luogo sicuro, leggete con molta attenzione le clausole contrattuali e dotatevi dei requisiti di sicurezza che si danno per esistenti nell’appartamento assicurato.

Ed infine, nel caso in cui – nonostante i vari stratagemmi – dovreste rimanere vittima di un furto, se assicurati, dopo la denunzia alle Autorità, potrete procedere anche a quella presso la vostra compagnia assicuratrice per chiedere il relativo risarcimento del danno.

Avv. Francesca Pecorino
collegio dei professionisti di Veroconsumo

Articolo pubblicato il 27 luglio 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus