Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Agrigento - Zambuto scivola sul Consuntivo, dovrà approvarlo il commissario
di Paolo Picone

 Il sindaco va avanti dritto sulla sua strada: “Sul piano amministrativo non succederà nulla”. Il Consiglio comunale ha bocciato il bilancio 2010. Otto i voti contrari

Tags: Consuntivo, Amministrazione



 AGRIGENTO - Il Consiglio comunale di Agrigento ha bocciato il conto consuntivo relativo all’esercizio finanziario 2010. Il presidente, Francesco Alfano, dopo aver chiamato l’appello all’orario stabilito, con 17 presenti, ha dichiarato aperta la seduta, pertanto, dopo le formalità di rito, ha posto in votazione la proposta di delibera dell’Ufficio comunale di ragioneria relativa al conto consuntivo 2010. L’esito della votazione, con 12 presenti, è stato di quattro astenuti (Virone, Vita, Burgio e Alfano) e otto contrari (Lo Presti, Cirino, Vella, Hamel, De Francisci, Marchetta, Lauricella e Calabrese) dunque, spetterà al commissario ad acta, che si è già insediato nelle scorse settimane, approvare lo strumento contabile. Subito dopo la Presidenza ha invitato l’Aula “Sollano” alla votazione della delibera di proposta di nomina dei due componenti quali membri della Commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari. Al termine dello scrutinio sono stati eletti Giuseppe De Francisci con 12 voti e Maria Pia Vita con 14 preferenze mentre Andrea Cirino ha ottenuto un solo voto. Successivamente il Consiglio comunale ha trattato l’ordine del giorno relativo alla “manutenzione ordinaria e straordinaria del pontile comunale di San Leone” a firma del consigliere Andrea Cirino il quale nel suo intervento ha sostenuto che: “l’amministrazione comunale ha commesso un abuso nel fare pagare il canone ai diportisti fino al mese di dicembre 2011 poiché era consapevole che la concessione era in scadenza a settembre 2011”. 

Per il consigliere firmatario dell’ordine del giorno “l’amministrazione deve rimborsare il canone per il periodo da settembre a dicembre”. Il dirigente comunale, Bertolino, ha risposto che “in linea generale si può procedere, nella ipotesi di un mancato rinnovo ed in presenza di canoni già pagati, ad un rimborso”. 
 
Anche l’assessore comunale Angelo La Rosa, è intervenuto sulla questione. Le procedure, stabilite per legge, in caso di rinnovo devono essere avviate almeno un anno prima della scadenza e risulta che una associazione si è inserita per avere la concessione. Pertanto, pare che l’Assessorato regionale abbia indetto una gara”. 
 
Nello Hamel, ha proposto di rinviarne la trattazione alla prossima seduta fissata per oggi, con inizio dei lavori alle 19,30 ed in presenza del dirigente competente. L’indicazione è stata votata a maggioranza.

Articolo pubblicato il 09 agosto 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus