Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Più trasparenza, ma non alla Regione siciliana
di Lucia Russo

Ieri un comunicato del ministero Pubblica amministrazione che ha elogiato l’Operazione voluta da Brunetta come un successo. I siciliani non possono conoscere curricula e retribuzioni lorde di tutti i dirigenti regionali

Tags: Trasparenza, Regione Siciliana, Renato Brunetta, Giovanni Bologna



In un comunicato diffuso ieri il ministero guidato da Renato Brunetta ha reso noto che l’Operazione Trasparenza nella PA si è rivelata un successo, fino a poco tempo fa inimmaginabile.

“Il monitoraggio effettuato in questi giorni dai funzionari di Palazzo Vidoni – è scritto nel comunicato -  ha confermato ad esempio che ormai tutti i Ministeri abbiano pubblicato sulla homepage del proprio sito istituzionale i dati prescritti dall’articolo 21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69. Navigando su Internet tutti i cittadini possono infatti conoscere i curriculum vitae, i recapiti (telefonici e di posta elettronica) e le retribuzioni annue lorde dei loro dirigenti nonché i tassi di assenza e di maggiore presenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale”. “Anche tutti gli Enti Regione – ancora il comunicato - , tutte le Amministrazioni provinciali e gran parte dei Comuni capoluogo hanno pubblicato sulla propria homepage i dati relativi al trattamento economico e curriculari dei loro dirigenti”.

In realtà, per quanto riguarda la Regione siciliana siamo costretti a smentire in parte queste dichiarazioni in quanto in merito ai tassi di assenza si vede ben chiaro nella home page della Regione come i dati sono fermi a novembre 2009. Se si va dentro la pagina web del Dipartimento funzione pubblica, in realtà si trovano ben aggiornate le assenze dei dipendenti a tempo indeterminato fino a luglio 2011, il problema è che manca una corretta gestione del sito, per cui nella vetrina c’è un dato vecchio di due anni, nelle pagine interne c’è il dato aggiornato.

Per quanto riguarda poi gli stipendi e i curricula dei dirigenti, ci aspetteremmo di trovarli alla voce “Semplificazione e trasparenza amministrativa”, ma non è così. Cliccando sulla “chiocciola verde” in buona evidenza al centro della home page della Regione, ci ritroviamo una sfilza di documenti relativi alla legge regionale sulla trasparenza (l.r. n. 5/2011), ovvero la presentazione sintetica della normativa, le linee guida, l’intervista all’assessore, ma nessuna traccia degli stipendi dei dirigenti e dei curricula, il cui obbligo di pubblicazione è stato richiamato dalla stessa legge regionale.

Il cd. “Collegato lavoro” (Legge n. 183/2010) – è scritto nel comunicato del Ministero - impone adesso a tutte le pubbliche amministrazioni di comunicare direttamente questi dati al Dipartimento della Funzione pubblica. Dunque sul nuovo sito www.perlapa.gov.it ci sarà un database costantemente aggiornato sulle competenze del management delle PA italiane, che sarà possibile interrogare per diverse voci: competenze, incarichi lingue parlate, tipologia di laurea, ecc. Chissà se un giorno ci sarà anche la Regione siciliana, accessibile a tutti.
 


Solo dieci dirigenti generali della Regione siciliana pubblicano retribuzioni e curricula
 
Abbiamo parlato con il dirigente generale del Dipartimento Funzione pubblica, Giovanni Bologna, il quale ci ha assicurato che a breve ci sarà sul sito della Regione un unico elenco con stipendi e curricula di tutti i dirigenti così come già fanno tutte le altre Regioni. Per il momento c’è solo la buona volontà di alcuni dirigenti generali che li hanno pubblicati per i loro dipartimenti, ovvero Felice Bonanno (Dipartimento Programmazione), Vincenzo Emanuele (Dipartimento Bilancio e Tesoro che però pubblica solo i curricula e non gli stipendi), Salvatore Taormina (Dipartimento Finanze e credito), Rosolino Greco (Dipartimento Famiglia), Giovanni Bologna (Dipartimento Funzione pubblica e personale), Vincenzo Falgares (Dipartimento Infrastrutture Mobilità e Trasporti che però pubblica i curricula e non le retribuzioni individuali bensì i documenti rispettivamente dei contratti collettivi dei dirigenti e dei non dirigenti), Rosaria Barresi (Dipartimento Interventi strutturali in Agricoltura che pubblica le retribuzioni ma non i curricula), Salvatore Barbagallo (Dipartimento degli interventi infrastrutturali per l'agricoltura), Pietro Tolomeo (Comando Corpo forestale Regione siciliana).
A questi si aggiunge Giovanni Carapezza Figlia (Segreteria generale). Dunque solo dieci dirigenti generali su 31 applicano la legge sulla trasparenza.

Articolo pubblicato il 26 agosto 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus