Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Patente a punti, controllare il proprio saldo online è possibile
di Eloisa Bucolo

A disposizione degli automobilisti anche un numero telefonico

Tags: Codice Della Strada, Patente



CATANIA – L’introduzione della patente a punti non ha significativamente portato alla riduzione degli incidenti che ci si attendeva. La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale mette in evidenza un dato allarmante per quanto riguarda la disciplina degli italiani alla guida: il 70 per cento ammette di infrangere il codice della strada (cds) pur essendo consapevole dei rischi e delle conseguenze sociali ed economiche degli incidenti.  Soltanto nel 2011, secondo dati forniti dall’Asaps, associazione sostenitori amici polizia stradale, agli italiani sono stati decurtati 68 milioni di punti, una media di 1,887 per ogni patentato. Per premiare i più meritevoli e spronare alla prudenza, se non vengono commesse violazioni che comportano la decurtazione di punti nei due anni precedenti il punteggio viene aumentato di due punti fino ad un massimo di trenta se in possesso di venti punti, fino alla concorrenza di venti per chi ha meno di venti punti. Proprio il primo luglio scorso è maturato un bonus.

È possibile verificare tale accredito ed in generale controllare il proprio saldo punti della patente via sms o on-line. Tenere d’occhio la propria posizione è importante, anche a causa del fenomeno purtroppo diffuso delle targhe clonate. Per consultare la propria posizione basta accedere all’Albo nazionale degli abilitati alla guida mediante il portaledellautomobilista.it, gestito direttamente dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  per verificare il saldo punti, la scadenza della patente, la data della revisione del veicolo, e ancora ricevere informazioni aggiuntive sulle novità del codice della strada e sulle penalità previste per i vari tipi di infrazione.

La registrazione è un po’ macchinosa perché i dati richiesti sono numerosi, ma è consigliabile perché consente, inoltre, di ricevere notifiche via sms o posta elettronica e di pagare i bollettini on line, grazie alla collaborazione con le poste italiane.

L’ultima novità per essere aggiornati è rappresentata dalle applicazioni per smartphone (iPhone e android), messe a disposizione dal Dipartimento Trasporti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, gratuite e scaricabili rispettivamente dall’apple store e dall’android market. È possibile, inoltre, utilizzare anche l’utenza telefonica 848782782, ma attenzione non è un numero verde. La telefonata può essere effettuata solo da apparecchio fisso ed ha il costo di una chiamata urbana secondo le tariffe del proprio gestore telefonico.

Articolo pubblicato il 07 settembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus