Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia è su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Ato, da banche stop alla Regione siciliana
di Rosario Battiato

Ambiente. Chiusura complicata per la stagione Ato.
Il tentativo. Il primo bando, con relativa proroga, era già andato deserto. Adesso Marino si dice ottimista, ma senza questa la partecipazione degli istituti di credito la situazione non si sbloccherà.
La storia. Dal 2004 al 2010 la gestione fallimentare degli Ambiti ha alimentato debiti incredibili, a causa della proliferazione delle assunzioni e dei compensi per i Consigli di amministrazione.

Tags: Giosué Marino, Ambiente, Ato, Rifiuti, Vincenzo Emanuele



PALERMO - Sette anni di gestione delle 27 Ato rifiuti hanno provocato sconquassi a tutti i livelli. Non si tratta soltanto dei devastanti risultati in termini di raccolta differenziata (la Sicilia è intorno all'8%), ma anche di una situazione debitoria assolutamente preoccupante. E vista la situazione economica generale difficile uscirne.
Così la Regione ha deciso di mettere a bando il miliardo di euro di debiti che le società d'ambito hanno prodotto in questi anni. Risultato? Sinora nessuno si è presentato, nonostante il primo bando sia già stato pubblicato, con annessa proroga.
La manifesta sfiducia degli istituti di credito nei confronti della Regione non ha impedito al ragioniere generale, Vincenzo Emanuele, di presentare un altro bando nel giorni scorsi.
Nulla di nuovo anche sul Piano regionale, ancora al vaglio della Protezione civile nazionale. (continua)

Articolo pubblicato il 09 settembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus