Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

“Sì a ricostituzione organi Ircac e Crias”
di Rosario Battiato

L’assessore regionale alle Attività produttive anticipa i contenuti di un Disegno di legge organico in materia di credito. Venturi: tempi serrati, occorre inserire il testo nella prossima Finanziaria che sarà discussa all’Ars

Tags: Marco Venturi, Ircac, Crias



PALERMO – Nuove misure per uscire dalla crisi. Marco Venturi, assessore regionale alle Attività produttive, ha presentato un provvedimento per il credito che potrà dare ossigeno al tessuto produttivo siciliano. L’occasione per anticipare i contenuti del Disegno di legge è stato l’incontro sul tema “Proposte per la crescita e lo sviluppo; Credito, Ircac e Crias” dei giorni scorsi.
“Un disegno di legge organico in materia di credito che terrà conto delle proposte provenienti dalle associazioni di categoria dei 5 settori trainanti per le attività produttive: cooperazione, artigianato, commercio, industria e confidi. Per questa ragione è stato costituito un tavolo tecnico che in brevissimo tempo dovrà raccogliere suggerimenti, proposte e iniziative da far confluire in un unico testo di legge”.

Le parole di Marco Venturi aprono nuovi corridoio di sviluppo per superare la stasi imposta dalla crisi che in Sicilia si è abbattuta, come altrove, sull’economia reale e sui fatturati delle aziende. Proprio nell’incontro di ieri, voluto da Rete Imprese Italia (Casartigiani, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Cna), ed al quale erano presenti anche rappresentanti di Agci, Cia, Claai, Confagricoltura, Confcooperative, Legacoop, Confindustria e Confapi, l’assessore ha espresso le sue ricette per la crisi collegate alle proposte che sul tavolo dell’assessorato ci sono già, e di cui Venturi sembra farsi portavoce. “In quest’ottica – ha aggiunto Venturi - nell’attesa che il ddl veda la luce le associazioni di categoria oggi hanno manifestato la necessità che vengano ricostituiti gli organi di Ircac e Crias, una proposta assolutamente sensata che mi sento di condividere”.
I ritmi per risolvere la questione saranno serratissimi.

“A partire dalla settimana prossima ci rincontreremo al fine – ha spiegato Venturi - di raccogliere una serie di proposte concrete, finalizzate a sostenere nell’immediato i comparti produttivi, da inserire nel testo della Finanziaria che sarà discussa dall’Ars nei prossimi mesi”.

Intanto continua il tour siciliano dell’assessore, ultima tappa è stata Siracusa, per presentare il bando per l’accesso alle agevolazioni relativo all’art. 1 della legge regionale 23 del 2008, a valere sull’asse 5 del P.O. FESR 2007/2013, linee di intervento 1, 2 e 5 per le imprese di Qualità che operano nel mercato. La dotazione complessiva è pari a 47 milioni e servirà a rendere più competitive le aziende isolane. Proprio l’art 1 della legge regionale 23/2008 prevede, infatti, un importante sistema di aiuti per le Imprese di Qualità, da rintracciarsi sulla base della solidità finanziaria e dell’affidabilità economica. Si tratta di quelle aziende che negli ultimi anni hanno dimostrato di sapere stare sul mercato, registrando al contempo buone performance da un punto di vista economico e finanziario.

Articolo pubblicato il 28 ottobre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus