Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Sicilia piange le antiche botteghe
di Michele Giuliano

Lavoro. Mestieri artigianali a rischio estinzione.
Lavori scomodi. Calzolai, ombrellai, pupari, pellettieri, valigiai, allevatori, falegnami, riparatori di orologi: sono alcuni degli antichi mestieri a rischio estinzione secondo la Cgia di Mestre.
Lavori “a termine”. Presto la stragrande maggioranza di questi professionisti andrà in pensione e sul mercato ci sarà un vuoto di almeno 2.000 unità rispetto al fabbisogno del territorio.

Tags: Lavoro, Artigianato



Si è leggermente staccata la suola della scarpa? Poco da fare, se ne devono comprare un paio nuove. Qualche coltello ha bisogno di un’affilatina? Puoi andare ad acquistare un servizio al negozio di casalinghi. E che dire se poi devi fare un orlo di pantalone? Ci si deve rivolgere a grandi industrie a prezzi esosi specie perché bisogna affrontare i costi di trasporto. La bottega artigianale dietro l’angolo di casa, in Sicilia, sta quasi del tutto scomparendo. E con essa, ovviamente, alcuni mestieri che in realtà, ancora oggi, avrebbero un mercato, eccome. Situazione che si profila mentre si consuma in Sicilia un enorme spreco di risorse ogni anno (240 milioni di euro) per mantenere il sistema della formazione professionale. (continua)

Articolo pubblicato il 23 novembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus