Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

Inpdap: la collaborazione con Enti contro gli sprechi
di Francesco Sanfilippo

L’importanza della collaborazione tra gli Enti pubblici del territorio. Rendere conto del proprio operato nel segno della trasparenza

Tags: Inpdap, Enti Pubblici, Maria Sciarrino



PALERMO - L’importanza della costante comunicazione tra gli enti pubblici e il territorio, è una condizione indispensabile per risolvere rapidamente problemi e deficienze prima che si manifestino in modo dannoso per la società. Non a caso, quest’esigenza è particolarmente ravvisata, oggi, in un momento in cui ogni spreco di risorse è divenuto impossibile da sostenere per le disastrate casse statali. Di recente, presso Palazzo Steri, sede del Rettorato dell’Università agli studi di Palermo, si è tenuto il primo tavolo tecnico regionale per l’Inpdap con gli stakeholder. L’iniziativa, coerentemente con il Programma triennale Inpdap per la trasparenza e l’integrità 2011-2013, testimonia questo percorso che l’Istituto vuole realizzare con i portatori d’interessi. Si vogliono, così, coinvolgerli in una posizione di reciproca responsabilità, di condivisione delle informazioni e d’impegno continuo per la risoluzione dei problemi.

Maria Sciarrino, Direttore Regionale Inpdap Sicilia, durante il suo intervento introduttivo, ha sottolineato l’importanza del controllo sociale per l’attività dell’istituto. Rendere conto del proprio operato diventa, a tal fine, il primo passo per la trasparenza e per ridurre le asimmetrie informative, aumentando il grado di “partecipazione” dei portatori di interesse con un confronto costante sulle tematiche strategiche. Con ciò, si vuole valutare internamente il livello dei servizi erogati rispetto al livello atteso per poter così adottare le adeguate misure di aggiustamento. Funzionari e dirigenti Inpdap hanno, quindi, aggiornato i convenuti sullo stato di avanzamento degli obiettivi e le attività della Direzione Regionale secondo delle aree strategiche ben definite.
 
Queste sono le Politiche organizzative e del personale, le Politiche di bilancio e patrimoniali, quelle riguardanti le prestazioni istituzionali, quelle concernenti le Politiche prestazioni creditizie e sociali, seguite dalle Politiche di welfare. Le tematiche trattate saranno oggetto di successivo confronto in occasione dei tavoli tecnici provinciali che verranno organizzati nell’ottica coinvolto il maggior numero possibile di stakeholder  e rispondere capillarmente ai bisogni del territorio. Tal esigenza è stata, peraltro, manifestata da diversi partecipanti che sono intervenuti al tavolo che hanno individuato, ciascuno per il proprio settore di competenza, le sinergie e la rete fra le Pubbliche amministrazioni.

In questo modo, la chiave per “fare sistema” al fine di concentrare gli interventi, è di ottimizzare le risorse e di moltiplicare i risultati ed efficienza de servizi offerti all’utente-cittadino.

Articolo pubblicato il 15 dicembre 2011 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus