Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Regione siciliana ha il tesoro, ma fa debiti
di Rosario Battiato

Ambiente. Cattiva amministrazione delle casse pubbliche.
2012. Con l’arrivo del nuovo anno, accompagnato da nuovi sacrifici in termini di tagli, tasse e balzelli vari, spiccano i tasselli sulle mancate entrate della Regione: un conto da 1 miliardo e 200 milioni.
Le riforme. Il neo delegato regionale dell’Ambiente promette interventi per riequilibrare canoni e concessioni alle imprese che, in vari settori, hanno fin qui goduto di  privilegi assoluti in campo nazionale.

Tags: Sebastiano Di Betta, Ambiente, Concessioni, Regione Siciliana



PALERMO - C'è una ricetta semplicissima per salvare le finanze della Regione senza necessità di indebitarsi ulteriormente e innescando, al contrario, un percorso virtuoso per la Sicilia.
 
L'estate scorsa il Qds ha proposto di fare cassa, tra risparmi da sprechi e rimodulazione delle entrate dei canoni di concessione, per un ammontare massimo che avrebbe raggiunto e superato un miliardo di euro.
 
Adesso, a distanza di mesi, il neo assessore Sebastiano Di Betta ha riproposto la nostra cura. Noi abbiamo rifatto i conti al sistema ambientale che potrebbe fruttare alle casse regionali introiti senza nessuna spesa aggiuntiva.
 
Ci vuole solo coraggio di lottare contro il sistema lobbistico che protegge cave, sorgenti e concessioni demaniali in genere. (continua)
 

Articolo pubblicato il 03 gennaio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus