Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Palermo - Quartiere Noce, invasione di ratti
di Luca Mangogna

L’azienda spiega che il fenomeno “non dovrebbe essere possibile” ma annuncia nuovi interventi. Il problema si è ripresentato a poche settimane dalla disinfestazione Amia

Tags: Palermo, Ambiente



PALERMO – Emergenza ratti nel quartiere palermitano della Noce, una delle zone più antiche e popolari del capoluogo siciliano. Diversi residenti infatti negli ultimi giorni hanno pesantemente e duramente lamentato una numerosa presenza di topi in parecchie vie della zona, chiedendo di forza a viva voce un pronto intervento di derattizzazione, e destando un forte sconcerto sulle reali condizioni igienico-sanitarie del quartiere. I ratti sono stati notati, costantemente a più riprese e in diversi orari del giorno e della notte, precisamente in via Nazario Sauro, in via Vincenzo Littara, in via Adolfo Holm, in via Mariano Accardo, in via Luigi Settembrini, in via Ortensio Scammacca e in piazza Noce, lo slargo principale della zona che dà il nome al quartiere.

La spiacevole scoperta oltretutto ha altresì destato un certo malcelato e fastidioso stupore, perché secondo quanto si legge nel calendario ufficiale di derattizzazioni stilato e pubblicato dall’Amia, la società partecipata al Comune di Palermo che si occupa della questione, il quartiere è stato disinfestato appena poche settimane fa, alla vigilia del periodo di feste natalizie e in prossimità dell’arrivo della stagione invernale. “Chiaramente non dovrebbe essere possibile che una derattizzazione approntata per il 7 dicembre – ci fanno sapere dall’Amia - porti alla presenza di topi già dopo così poco tempo. Però nel caso in cui questa circostanza venga a ripresentarsi, noi interverremo immediatamente ad hoc, stante una segnalazione specifica da parte dei residenti del quartiere e facendo un intervento straordinario, rispetto alle previsioni già concordate dal calendario”.

L’azienda comunque tiene a precisare che gli abitanti del quartiere potranno dormire sonni tranquilli e che presto provvederà a una nuova bonifica dell’area, cercando di evitare il ripetersi di simili e spiacevoli circostanze che, secondo quanto ci viene riferito direttamente dalla società, sono straordinarie e non dovute a cause di responsabilità diretta dell’Amia, ma a particolari coincidenze che difficilmente potrebbero ripetersi. “Possiamo già sin da ora tranquillizzare i residenti  - ci ha comunicato l’Amia - Perché grazie a questa segnalazione, è sicuro che torneremo al più presto nella zona e procederemo immediatamente a una nuova derattizzazione”.
 


Nuove figure. Arrivano le multe degli “ispettori ambientali”
 
PALERMO – Nasce una nuova figura a Palermo per vigilare sul rispetto dell’ambiente e sul giusto conferimento dei rifiuti. È stata approvata in Giunta, in attesa dell’esame in Consiglio comunale, la delibera dell’assessorato dell’Ambiente sull’istituzione degli ispettori ambientali. Gli ispettori saranno dei dipendenti già in organico ad Amia e Palermo Ambiente e avranno il compito di erogare multe, oscillanti fra 50 e 500 euro, ai cittadini colti in fragranza nel gettare rifiuti fuori orario o per strada, e a chi non rispetterà le norme riguardanti la raccolta differenziata. Non ci sarà nessun costo aggiuntivo e nessuna nuova assunzione, e i proventi derivanti dalle multe dovrebbero essere utili a finanziare il miglioramento dei servizi e delle attrezzature. “Esorterò il Consiglio per velocizzare la pratica - ha detto l’assessore Michele Pergolizzi – Sarebbe una figura fondamentale per il rispetto dell'ambiente. L'obiettivo è arginare il problema dei conferimenti errati dei rifiuti”.

Articolo pubblicato il 03 gennaio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐