Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia  su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

A Palermo i taxi e gli hotel meno cari d’Italia
di Stefano Di Mauro

Secondo due recenti ricerche, nel capoluogo di regione risulta molto economico viaggiare e soggiornare nell’Isola. Scendono i prezzi degli alberghi anche ad Agrigento, Giardini Naxos, Cefalù. Taormina in controtendenza

Tags: Turismo



PALERMO - Palermo capitale del viaggiare low cost. Secondo l’Hotel Price Index di Hotels.com, infatti, il capoluogo siciliano è la città più conveniente d’Italia. La città ha registrato infatti nel 2011 un calo dei prezzi del 4% rispetto al 2010, arrivando a un costo medio di 72 per camera a notte.

Tra le mete che hanno registrato cali di prezzo maggiori nel 2011 rispetto al 2010, si segnala anche Agrigento. Chi ha visitato la splendida città e la Valle dei Templi nel 2011 ha speso in media 7% in meno rispetto al 2010, arrivando a €79 per camera a notte.

Chi ama le vacanze sole-mare, per le prossime vacanze estive potrebbe orientarsi verso le acque di Cefalù e Giardini-Naxos: secondo l’HPI, infatti, nel 2011 la città ha visto scendere i prezzi degli hotel rispettivamente del 4% e del 6% rispetto al 2010. Soggiornare in riva al mare azzurro della Sicilia è costato in media €105 a Cefalù ed €102 a Giardini-Naxos. Anche altre località siciliane si sono rivelate particolarmente a buon mercato: Catania e Siracusa, ad esempio, con un calo del 2%, sono arrivate rispettivamente ad un costo medio di €74 e €95 per camera a notte. L’unica nota in controtendenza è rappresentata da Taormina, autentica perla siciliana, che si è dimostrata una destinazione molto popolare e ha registrato nel 2011 un aumento dei prezzi del 6%, arrivando a €142 per camera a notte. Ma il risparmio c’è anche per chi prende il taxi. In base a una ricerca condotta da TripAdvisor, infatti, Palermo è in assoluto la città più economica per concedersi un viaggio in taxi  con un costo medio di 9.18 euro mentre a Firenze, Bologna e Venezia la tariffa è di circa 14 euro.

La ricerca è stata realizzata prendendo in considerazione nove fra le principali città Italiane: Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Venezia. I prezzi delle città sono stati confrontati in base al prezzo medio di una corsa in taxi di otto kilometri. Nelle città del Sud Italia una corsa in taxi è sicuramente più conveniente: i risultati della ricerca condotta da TripAdvisor mostrano infatti che Palermo è in assoluto la città meno esosa per concedersi un viaggio in taxi – con un costo medio di 9,18 euro – seguita da Napoli (9,20 euro) e da Bari, con un costo medio di 9.40 euro.

Ai primi posti fra le città italiane dove il tassametro corre più velocemente troviamo la città di Bologna, con un prezzo medio per corsa di 14.02 euro. A Firenze (14 euro) va invece la medaglia d’argento fra le città dello Stivale più care per chi fruisce di una corsa in taxi, mentre Venezia, con un prezzo medio per corsa che si aggira attorno ai 13.89 euro, conquista la terza posizione. Cagliari ottiene, infine, la quarta posizione con un prezzo medio di 13.04 euro per corsa.
A metà classifica svettano invece Milano, con un prezzo medio per corsa di 11.40 euro, e Roma, con un prezzo medio di 10.16 euro per corsa.

“Il livello di gradimento di una vacanza - sottolinea Lorenzo Brufani, portavoce di TripAdvisor in Italia - non dipende soltanto dalle bellezze della destinazione scelta o dal servizio in hotel, ma anche dalla possibilità di muoversi per la città in maniera comoda, veloce e soprattutto economica. Ecco perché anche le tariffe dei taxi possono incidere sulla soddisfazione del turista, le cui scelte sono spesso legate al budget a disposizione”.

Articolo pubblicato il 31 marzo 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus