Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Salisburgo capitale europea della musica classica
di Nicoletta Fontana

Tra i numerosi festival che vi si svolgono, in questo periodo pasquale fino al 9 aprile si presenta “La Carmen” di George Bizet

Tags: Salisburgo



“Borgo di sale” è la traduzione letteraria della piccola capitale europea della musica classica, incastonata tra le morbide montagne dell’Austria. Città natale di Wolfgang Amadeus Mozart ne commemora ancor oggi il genio con la piazza a lui dedicata da Ludwig I Re Baviera già dal lontano 1842, la statua posta al centro ci ricorda, che in fondo siamo qui principalmente per lui. D’obbligo è la vista alla sua casa natia, la “Mozarts Geburtshaus”, oggi di proprietà della fondazione internazionale Mozarteum dove si susseguono esposizioni e mostre sulla vita del compositore. Il Duomo nella Domplaz, venne costruito nel 774 e al suo interno si trova la fonte battesimale in cui è stato battezzato il grande musicista.

Salisburgo è la città dei festival musicali e proprio in questo periodo pasquale – dal 31 marzo al 9 aprile – presenta “La Carmen” di George Bizet, in concerti per orchestra e coro con i Filarmonici di Berlino. Ma la musica è protagonista con altri numerosi concerti e avvenimenti, che si susseguono tutto l’anno. Infatti dal 25 al 28 maggio il celebre soprano Cecilia de Bortoli terrà la direzione artistica del festival di Pentecoste, un programma dedicato alla Regina Cleopatra; dal 5 al 22 Luglio, partirà il programma la Sommerzene per il Festival Internazionale di teatro-danza, avvalendosi della direzione di Angela Glechner e alla conclusione della stagione estiva dal 20 luglio al 2 di settembre Il Festival di Salisburgo presenterà 232 manifestazioni rappresentate in 14 luoghi, fra opere, concerti e prosa. Una stagione ricca all’insegna della musica che solo questa città sa regalare.

Salisburgo, oltre a essere capitale della musica è anche capitale dello stile rococò e del barocco, e lo si può ammirare in moltissimi degli edifici passeggiando per le sue viuzze fatte di ciottoli dal sapore antico e anche un po’ romantico.  Una tra tutte la Getreidegasse, la via dei bar, dei negozi e dello shopping di lusso, dove le particolari insegne in ferro battuto cesellato a mano, fanno da capolino, stagliandone il cielo. Percorrendo questa caratteristica via non potremo non farci attrarre dai loden e i maglioni in lana cotta, tipici della tradizione tirolese.

Una città palcoscenico, suggestiva e scenografica ricca di palazzi, campanili russi a cipolla, castelli e conventi, immersa nel verde e dai balconi sempre fioriti di gerani in estate e composizioni di pini e di bacche in inverno. Bagnata dal fiume Salzach è protetta dalla massiccia fortezza di Hohensalzburg che si può raggiungere con la funicolare, anche per poter godere di un panorama mozzafiato.

Da non perdere il cimitero di San Pietro, situato dietro all’omonimo monastero, per un’escursione alla ricerca dell’ultima dimora di personaggi illustri e famosi. Il Castello di Mirabell è un’altra delle mete da non perdere, come la vecchia Residenza in cui hanno soggiornato Principi e arcivescovi di Salisburgo e luogo dove venne accolto Napoleone III dall’Imperatore Francesco Giuseppe. Almeno una cena al Hotel Goldener Hirsch vale la pena per chi non avesse la possibilità di soggiornarvi, per rendere questa vacanza unica, in quanto proprio lì si potranno incontrare personaggi sempre vestiti in abiti tirolesi per un eleganza che ci riporta al passato e alla cultura della tradizione austriaca.
 

 
INDIRIZZI UTILI

Hotel
Hotel Goldener Hirsch
www.strawoodhotels.com

Hotel Schloss Fuschl
www.scholssfuschlsalzburg.com

Mavida Balance Hotel and Spa
www.mavida.at

Articolo pubblicato il 06 aprile 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus




´╗┐