Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twittergoogle qds rss qds
Quotidiano di Sicilia

Rifiuti: in Svizzera guadagnano, noi no
di Rosario Battiato

Ambiente. Smaltimento, quando la tecnologia avanza.
Esempio. Nella Svizzera italiana hanno risolto il problema dello smaltimento dei rifiuti ricorrendo alla tecnologia della termovalorizzazione poco inquinante, in grado di rilasciare elettricità e gas.
Passato. Nello stesso periodo, durante il governo regionale retto da Cuffaro era stata prevista la realizzazione in Sicilia di quattro simili impianti. Confronto tecnico: Giubiasco vince intanto per capacità di minori emissioni.

Tags: Rifiuti, Ambiente, Termovalorizzatore, Inceneritore



PALERMO – Non chiamatemi inceneritore. È chiaro il messaggio che il termovalorizzatore di Giubiasco, nel Canton Ticino, lancia ad ambientalisti e addetti ai lavori: produzione di energia, smaltimento dei rifiuti, emissioni ridotte al lumicino. Si tratta di un modello da esportazione, ben differente dai quattro “termovalorizzatori” previsti per la Sicilia sin dal bando del 2002 sotto la guida Cuffaro e mai realizzati. Al di là della questione giudiziaria e dell’intervento europeo consumato in un ulteriore bando andato a vuoto, processi ampiamente analizzati in questi anni, il confronto è comunque impietoso.
Quatto anni circa per costruire un impianto da circa 331 milioni che, in perfetta ottemperanza a tutte le leggi europee e in costante monitoraggio, immette in rete qualcosa come 100 mila Mwh/a di energia elettrica. (continua)

Articolo pubblicato il 24 aprile 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐