Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia � su Twitterrss qds

Quotidiano di Sicilia

La Regione siciliana non taglia. 70 milioni in fumo
di Antonio Leo

Costi politici. I Consigli comunali più affollati d’Italia.
L’armata brancaleone. Sono stati appena eletti 845 amministratori locali in più rispetto a quelli che avrebbe previsto la normativa statale, rimasta lettera morta nell’Isola.
I numeri degli sprechi. A Palermo hanno conquistato una poltrona 50 consiglieri anzichè 40. L’aula di Palazzo delle Lapidi sarà più affollata persino di quelle di Roma e Milano.

Tags: Regione Siciliana, Sprechi, Enti Locali



PALERMO - Sarebbe bastato poco per tagliare 70 milioni di euro in cinque anni, ma di stringere la cinghia, evidentemente, la Regione Sicilia non vuole nemmeno sentir parlare. Ecco perché a Palermo non sono state recepite le leggi nazionali che avrebbero permesso un netto taglio dei consiglieri comunali presenti nei 147 Comuni dell’Isola chiamati nei giorni scorsi alle urne. Ecco perché 845 consiglieri in più percepiranno ben 14 milioni di euro l’anno, che graveranno pesantemente sui bilanci degli Enti interessati.
Ancora una volta, quindi, la classe politica siciliana ha perso un’occasione d’oro per farsi avanti, rinunciare a qualcosa e dare un ottimo esempio ai cittadini. I privilegi, si sa, sono duri a morire, ma in alcuni casi, come purtroppo sembra essere anche quello siciliano, sembrano addirittura immortali. (continua)

Articolo pubblicato il 26 maggio 2012 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus