Per accedere al QdS ed all'archivio utente password registrati e abbonatipassword dimenticata
facebook qdsIl Quotidiano di Sicilia Ŕ su Twitterrss qds
Quotidiano di Sicilia
Il QdS sul tuo smartphone
Scegli la tua app

Formazione: si riparte in Sicilia con 125 milioni
di Redazione

L'avviso, già sul sito dell'Assessorato all'Istruzione, sarà pubblicato oggi sulla Gazzetta ufficiale della Regione. I nuovi parametri basati sulla profilazione e sul mercato per ottenere titoli realmente spendibili. La nostra inchiesta sull'argomento.
ALL'INTERNO TUTTI I LINK PER SCARICARE LA MODULISTICA



Riparte il sistema della formazione in Sicilia con una dotazione finanziaria di ben 125 milioni di euro.
 
Sarà infatti pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana ed è già sul sito dell'assessorato all'Istruzione e alla Formazione professionale  l'Avviso per la costituzione del catalogo regionale dell'offerta formativa e per la realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento dell'occupabilità in Sicilia.
 
 
"In sinergia con il partenariato economico-sociale e dopo un lungo iter all'insegna del dialogo con i sindacati e le associazioni di categoria - si legge in una nota dell'assessorato - con la pubblicazione di questo Avviso, il governo regionale avvia la ripartenza del sistema della formazione professionale in Sicilia".
 
"Si tratta - prosegue la nota - della prima sperimentazione a catalogo dell'offerta formativa della Regione organizzata sulla base dei profili selezionati dall'amministrazione all'interno del Repertorio delle qualificazioni, individuati a seguito di un'attenta analisi di settore e della valutazione dei trend occupazionali del territorio, oltre che attraverso le proposte avanzate dal partenariato".
 
Oggi il Quotidiano di Sicilia dedica all'argomento un'ampia e documentata inchiesta di Michele Giuliano dal titolo "Formazione, il peccato originale" in cui si punta l'indice contro il sistema utilizzato in passato paragonando i dati della disoccupazione in Sicilia (21,4%) e in Lombardia (6,2%) e individuando la causa proprio nello scollamento tra corsi e mercato del lavoro.
 
 
Intanto, per l'assessorato "questo nuovo Avviso rovescia la vecchia logica del finanziamento dell'offerta formativa, ponendo al centro la persona che potrà scegliere il percorso formativo più adatto alle sue specifiche esigenze, per ottenere un titolo realmente spendibile ed una formazione finalizzata all'acquisizione delle competenze richieste dalle imprese".
 
Inoltre, tenuto conto delle richieste delle organizzazioni sindacali e degli operatori della formazione avanzate negli ultimi giorni, l'assessorato all'Istruzione e alla Formazione professionale ha deciso di prorogare il termine dei quindici giorni, inizialmente fissato per l'invio del questionario conoscitivo, di mantenimento e approfondimento dei requisiti degli iscritti all'albo dei formatori professionali.
 
Sarà quindi possibile inviare il questionario, esclusivamente all'indirizzo di posta elettronica: albo2018.formazione@regione.sicilia.it, fino a domenica 15 aprile 2018.
 
Per eventuali chiarimenti sulla compilazione dello stesso, è disponibile un documento contenete le Faq, risposte a quesiti sottoposti all'Amministrazione, riportate anche alla voce "Info" e "documenti" nella sottosezione Accreditamento e albo regionale dei formatori.

Articolo pubblicato il 30 marzo 2018 - © RIPRODUZIONE RISERVATA


comments powered by Disqus

´╗┐